Non perdere le ultime news!

vitolario

PROLEGOMENI AD OGNI FUTURA METAFISICA DEL SIGARO
parte prima
rubrica a cura di Roberto Cacciaguerra

La letteratura del sigaro è già satura di saggi di degustazione ed articoli d’esperti capaci di descrivere nel dettaglio le caratteristiche organolettiche di ciascuna vitola, pertanto, in qualità di semplice amatore, mi propongo di presentare un trafiletto comparativo prendendo in esame un habano impegnativo, che è presente in Italia solo in quattro esemplari: il prominentes.
Nulla nel mondo del sigaro mi sembra definibile con certezza assoluta; già la definizione della forza tipica di ciascuna marca è opinabile, come risulta dal seguente esempio:

La guida completa per gli appassionati di Habanos.(Habanos S.A. 2003). Habanos. Guida completa al sigaro cubano.(Giunti 2004).
Bolivar Forte Forte
Cohiba (linea classica) Medio-forte Medio-forte
Cohiba (linea 1942) Medio Medio
Cuaba Medio-forte Medio-forte
El Rey del Mundo Medio-soave Medio-soave
Fonseca Soave Medio-soave
Hoyo de Monterrey Soave Medio-soave
H. Upmann Medio-soave Medio-soave
La Gloria Cubana Medio Medio-forte
Juan Lopez Medio-forte Medio-forte
Montecristo Medio-forte Medio
Partagas Forte Forte
Por Larranaga Medio-soave Medio
Punch Medio Medio
Rafael Gonzales Soave Soave
Ramon Allones Forte Forte
Romeo y Julieta Medio Medio
Saint Luis Rey Forte Forte
Sancho Panza Medio Medio
San Cristobal de La Habana Medio-soave Medio-soave
Trinidad Medio Medio
Vegas Robaina Medio-forte Medio-forte

I quattro sigari che intendo prendere in esame sono i prominentes di Hoyo de Monterrey, Partagas, Punch e Vegas Robaina. Tutti splendidi, che consiglio in uguale misura ad ogni fumatore, dilettanti compresi: non capisco perché sovente gli scrittori competenti suggeriscano di fumare sigari non eccellenti a chi non è esperto.
Siamo dinanzi a quattro capolavori, quattro cubani di gran personalità, ottimi nella fattura, deliziosi nella degustazione, impegnativi nella durata che, secondo me, supera abbondantemente le due ore (tempo medio di fumata, per questo formato, dato dalla letteratura specializzata) raggiungendo, in ambiente tranquillo, con posacenere adeguato, le tre ore circa. Assaggiateli tutti; ognuno troverà, forse, il sigaro di cui innamorarsi e se il suo gusto personale non coinciderà con quello dell’esperto, pazienza: importante è trovare l’habano più adatto ai propri gusti. Io trovo grande soddisfazione nel fumarli tutti, alternandoli a seconda dell’occasione, del sapore, della forza, del ricordo gustativo.

Ed ecco, per i curiosi, i giudizi degli esperti, riuniti dal sottoscritto nella seguente tabella:

Prominentes:
Lun. 194 mm – diam. 19,05 mm – cepo 49
(1) (2) (3) (4)
Hoyo de Monterrey Double Coronas 9 85 5 Ottimo Forza:7
Regolarità:9 Carattere:9,5
Partagas Lusitanias 10 87 5 Eccezionale Forza:9.5
Regolarità:9 Carattere:9,5
Punch Double Coronas 9 88 5 Buono Forza:8.5
Regolarità:8 Carattere:9
Vegas Robaina Don Alejandro 8.5 92 4 Ottimo Forza:9
Regolarità:9 Carattere:9
Legenda

(1)
Habanos. Guida completa al sigaro cubano. Pier Luigi Zoccatelli – Giunti, 2004.
Giudizi espressi in decimi.
(2) L’emporio del sigaro. Luigi Ferri – Italprint ’90, 2002.
1° colonna: valutazioni Cigar Aficionado (0-69 non sprecate il vostro denaro; 70-79 da medio a buono; 80-89 da ottimo ad eccellente; 90-94 eccezionale; 95-100 classico).
2° colonna: valutazioni Havanoscope ( 1 mediocre; 2 medio; 3 buono; 4 eccellente; 5 Eccezionale).
(3) L’habanoteca. La guida agli habanos. AA. VV. – Cigar Club Association, 2004.
Valutazioni espresse in sei livelli: insufficiente, sufficiente, discreto, buono, ottimo, eccezionale.
(4) Sigari. Gérard père & fils. – Fabbri, 2003.
Giudizi espressi in decimi. Per ”Forza” gli autori intendono non solo la potenza della fumata, ma anche la ricchezza aromatica; per “Regolarità” elementi relativi alla fattura del sigaro, quali morbidezza, compattezza e tiraggio. Il “Carattere” è inteso, infine, non come criterio assoluto, ma come rapporto di paragone, valutazione soggettiva in rapporto al piacere della degustazione.

A mio giudizio, per il piacere della fumata, fondamentali elementi, che non sempre vengono indicati nella degustazione degli esperti, forse perché ritenuti sottintesi, sono tiraggio e combustione. Se il primo è difficile, per quanto buona possa essere la ligada, il sigaro è compromesso; se la combustione non è lenta e tranquilla, si crea una sorta di “ansia da puff” : sono più forte io che non ti faccio spegnere o tu, malefico cilindretto di tabacco, che mi costringi ad accelerare il ritmo di fumata? Aroma ed evoluzione del sigaro sono, ovviamente, gli altri parametri fondamentali, che espongo, unitamente al prezzo, nella mia personalissima valutazione, sperando di suscitare più che la voglia di gustare i sigari in questione, una sorta di concupiscenza maniacale di tabacco cubano.

Hoyo de Monterrey
Double Coronas
€ 13,70
Tiraggio: perfetto.
Combustione: buona. (qualche Hoyo de Monterrey di questo formato mostra, nell’ultimo terzo, una combustione meno regolare, che costringe ad aumentare il ritmo della fumata per evitare che il sigaro tenda a spegnersi).
Aroma: aroma raffinato, sapore deciso (più forte del Lusitania, per il mio gusto).
Evoluzione: costante, meno varia di Punch e Partagas.
Rapporto qualità/prezzo: buono.
Partagas
Lusitanias
€ 13,70
Tiraggio: perfetto.
Combustione: perfetta.
Aroma: grande potenza, sapore intenso e molto strutturato, aroma ricchissimo.
Evoluzione: complessa, in arricchimento costante.
Rapporto qualità/prezzo: buono.
Punch
Double Coronas
€ 16,00
Tiraggio: perfetto.
Combustione: perfetta.
Aroma: grande ricchezza gustativa e armoniosa eleganza, aroma complesso.
Evoluzione: ricchissima, molto varia.
Rapporto qualità/prezzo: il più caro dei 4 prominentes esaminati, ma questo sigaro è veramente eccezionale: la sua bontà vale il prezzo. (il mio preferito, insieme a Partagas).
Vegas Robaina
Don Alejandro
€ 14,10
Tiraggio: perfetto.
Combustione: ottima.
Aroma: sapore raffinato, note aromatiche dolci ed equilibrate, di gradevole struttura.
Evoluzione: delicata, lenta e costante, non aggiunge complessità agli aromi di partenza, ma li intensifica con eleganza.
Rapporto qualità/prezzo: 40 centesimi più di Partagas e Hoyo de Monterrey.

Esiste in Italia anche il prominentes di Cohiba, ma è l’Edizione Limitata del 2003. Si tratta di un sigaro ottimo, delicato, elegante nella fumata e, se pur giovane, capace di regalare emozioni gustative molto gradevoli, contrariamente a quanto ci si potrebbe attendere da un tabacco non ancora all’apice della sua maturazione. Questo double corona costa, ahimè, quasi il doppio degli altri (€ 26,00). Chi volesse assumersi l’onere della spesa, non resterà comunque deluso: perfetto per fattura, combustione e tiraggio, veramente squisito. Almeno una volta va assaggiato, finché è ancora reperibile.